cuffie-wireless

Cuffie wireless, la praticità dell’assenza del filo

Le cuffie wireless grazie alla loro praticità e comodità hanno scalato rapidamente posizioni nella lista degli accessori tecnologici.cuffie-wireless

Disponibili in molte versioni e per molti usi, le cuffie wireless (senza fili), permettono di liberarsi del limite fisico e ingombrante del filo, portando la connettività a livelli mai visti in precedenza.

 

Cuffie wireless, cosa sono e quali sono le differenze con le cuffie cablate

Questa tecnologia è stata declinata in varie forme in base alle esigenze e necessità degli utilizzatori. Troviamo infatti solitamente due categorie di cuffie wireless, che si differenziano per forma, caratteristiche tecniche ed uso previsto.

Il formato più comune, perché molto discreto e poco ingombrante è quello delle sovraurali, ossia on-ear. Questo tipo di cuffia è di piccole dimensioni e prevede “l’aggancio” direttamente sopra al padiglione auricolare, eventualmente anche grazie ad un archetto che aiuta il mantenimento della posizione. Altra tipologia sono invece le circumaurali. Questa tipologia di cuffie conosciuta con il nome in inglese di over-ear/around-ear si caratterizza per coprire completamente il padiglione auricolare, garantendo maggior isolamento dal rumore esterno, a fronte di un maggior peso ed ingombro.

 

Tipologie di cuffie wireless

Le cuffie, in base al loro formato, si suddividono in on-ear (sovraurali) e over-ear/around-ear (circumaurali): le prime sono più piccole e si appoggiano direttamente sopra i padiglioni auricolari, le seconde sono più grandi e hanno dei “cuscinetti” sporgenti che permettono di racchiudere i padiglioni auricolari nei padiglioni delle cuffie. Le over-ear sono più pesanti e ingombranti delle on-ear, ma assicurano un maggiore isolamento dall’ambiente esterno. Bisogna sceglierle in base alle proprie necessità e a quali si ritengono più comode da indossare.

Entrambe le tipologie di cuffie possono poi anche essere eventualmente dotate di microfono, controlli volume e funzionalità avanzate.

 

cuffie-wirelessPraticità delle cuffie wireless

Le cuffie senza fili permettono un livello di praticità incredibile. Permettono infatti di affrontare lo sport in liberta senza l’intralcio dai fili ed in ufficio o in casa di potersi muovere liberamente senza limitazioni di distanza o la necessità di portare lo smartphone o il riproduttore multimediale sempre con sé.

 

Tipologie di cuffie wireless

Troviamo normalmente due tecnologie di connessione alla base delle cuffie wireless. Da una parte, quella sicuramente più diffusa, la cuffia Bluetooth. Questa tipologia di cuffia permette una portata di circa 10 metri.

Il trasferimento del segnale tramite Bluetooth sfrutta una compressione sonora, questa manipolazione, nei modelli più economici può apportare ad una riduzione della qualità dell’audio, problema non presente nelle soluzioni di alta gamma, dove questo processo non apporta differenza nella qualità del suono.

Tra i tanti vantaggi del Bluetooth troviamo anche la possibilità di collegarsi a molteplici dispositivi, come ad esempio computer, televisori, smartphone e tablet.

Anche dal punto di vista della funzionalità, le cuffie Bluetooth permettono molta libertà, grazie alla presenza di pulsanti sul corpo della cuffia stessa che consentono la gestione di base di telefonate e gestione delle tracce audio.

L’abbinamento al dispositivo è poi molto semplice, visto che dopo un primo pairing è praticamente automatico all’attivazione della cuffia.

Alternativa alle cuffie Bluetooth sono le cuffie a radiofrequenza (RF), solitamente più costose e con meno disponibilità di scelta, ma con il grande vantaggio di permettere un raggio d’azione fino a 100 metri con un’ottima qualità audio.

Terza alternativa, sicuramente la più economica, ma anche la più limitante è quella delle cuffie a infrarossi. In questo caso la portata è molto limitata ed infatti l’applicazione tipica è quella della connessione tra una TV e l’utilizzatore che sta di fronte ad essa (ad esempio sul divano).

 

Funzionalitàcuffie-wireless

La quasi totalità delle cuffie Bluetooth moderne offre un microfono incorporato che permette di effettuare telefonate ed interagire con gli assistenti vocali presenti negli smartphone. Sempre tramite comandi vocali, in alcuni modelli, è possibile “comandare” lo smartphone, gestendo ad esempio il livello del volume o la scelta della traccia sonore.

I comandi e la loro disponibilità possono variare in base al brand della cuffia e quello del dispositivo, con il massimo livello di integrazione possibile quando si vanno a scegliere due dispositivi della stessa marca.

Anche la gestione del microfono varia in base al brand e modello della cuffia. Molti marchi stanno infatti implementando cuffie con doppi microfoni, di cui uno dedicato alla captazione del rumore esterno con l’obiettivo di neutralizzarlo a livello software.

 

Autonomia

Altro fattore molto importante è quello dell’autonomia della cuffia. Anche in questo caso, ciascuna tecnologia di trasmissione preferisce un diverso sistema di ricarica. Le cuffie bluetooth ad esempio sono dotate di batterie ricaricabili, solitamente in configurazione doppia. Quello che si carica è infatti il contenitore delle cuffie, che a sua volta carica gli auricolari quando sono posti all’interno. Con questa configurazione si può quindi ottenere una ricarica di alcune ore per le cuffie stesse ed un ciclo di ricarica che si può usare per tre, quattro volte semplicemente riponendo gli auricolari.

Le cuffie a radiofrequenza e quelle ad infrarossi possono invece venire alimentate dalle classiche mini stilo.

cuffie-wireless

Riduzione del rumore

Le cuffie che coprono l’intero padiglione auricolare permettono un miglior isolamento grazie alla loro struttura costruttiva ed alla possibilità di utilizzare più materiale. Ad aiutare nell’isolamento poi, in entrambe le tipologie di cuffie ci pensa anche il software, che tramite l’ausilio di speciali microfoni dedicati può intercettare il rumore ambientale e compensarlo in modo da azzerarlo o quanto meno diminuirlo.

La modularità del software permette poi diversi livelli di isolamento, da quello completo a quello più leggero che permette ai suoni ambientali di poter “filtrare” attraverso le cuffie, garantendo sicurezza quando si fa attività sportiva o quando si è in movimento.

Alcuni modelli di cuffia isolano naturalmente dai rumori esterni grazie alla loro struttura, ma in alcuni casi questo non basta. Per ottenere il massimo dell’isolamento, bisogna acquistare delle cuffie dotate di tecnologia attiva per la riduzione del rumore, che sfrutta i microfoni integrati nelle cuffie per azzerare (o limitare parzialmente) i rumori esterni anche nelle situazioni più caotiche, ad esempio in aereo.

Sono quindi svariate le possibilità per chi è alla ricerca di cuffie wireless, varie soluzioni che permettono a chiunque di trovare il paio di cuffie perfetto per le proprie esigenze.

Vuoi acquistare questo prodotto?

Perché Sceglierci
Clienti Soddisfatti