Quale ram ti serve Veramente? DIMM o SODIMM? DDR3 o DDR4?

Hai deciso di espandere la ram del tuo pc perchè hai notato che risulta meno reattivo? Vorresti fare tutto in autonomia?
Nessun problema come sceglierle.

La memoria ram è una memoria volatile, a differenza delle memorie di massa come pen drive, dischi fissi, i dati non vengono memorizzati ma vengono richiamati in un determinato momento man mano che utilizzi delle applicazioni o il sistema operativo stesso. Più programmi utilizzi più ram ti occorre. Nella ram (Random Access Memory ) vengono copiati (caricati) le informazioni riguardo i calcoli che la CPU dovrà eseguire per utilizzare i vari sofware.

 Dimm o SoDIMM? 

 

  • DIFFERENZE Una delle principali differenze, sono le dimensioni, infatti un modulo di ram Dimm ha una lunghezza di 133,35 millimetri. Il modulo SODIMM ha la metà delle dimensioni – la sua lunghezza è di soli 67,6 mm, la larghezza è di 31,75 mm, la profondità è di 3,8 mm.
  • UTILIZZO Il modulo DIMM è di dimensioni maggiori ed è destinato all’uso nei personal computer desktop. Il SODIMM invece, ha una dimensione più compatta, quindi è utilizzato in computer portatili e netbook

 

  • NUMERO DI CONTATTII primi fattori di forma consistevano in soli 72 contatti o pin e il moderno DDR4 dello stesso tipo contiene fino a 288 pin. Solitamente i fattori di forma si presentano nei seguenti tipi: 168 pin, 184 pin, 200 pin e 240 pin. Le memorie SODIMM più spesso sono 144 pin o 200 pin, raramente vengono utilizzati 72 pin e 168 pin. La memoria DIMM ha più contatti. Il modulo DDR3 ha 240 pin, il modulo DDR4 ha 288 pin. Le ram SODIMM DDR3 hanno contatti a 204 pin, mentre le DDR4 hanno contatti a 260 pin.

 

DIFFERENZE  TRA DDR, DDR2, DDR3 E DDR4?

La differenza tra una memoria DDR, DDR2, DDR3 e DDR4 consiste nella velocità di funzionamento e nella tensione con cui il modulo di memoria deve lavorare.

  • una memoria DDR a 200 MHz ha una frequenza di clock di 100 MHz, una frequenza del bus di I/O di 100 MHz, una velocità di trasferimento di 200 MT/s una banda passante di 1,6 gigabyte al secondo per canale, da cui il termine PC-1600, e una tensione di 2,5 volt;
  • una memoria DDR2 a 400 MHz ha una frequenza di clock di 100 MHz, una frequenza del bus di I/O di 200 MHz, una velocità di trasferimento di 400 MT/s, una banda passante di 3,2 GB/s per canale, da cui il termine PC2-3200, e una tensione di 1,8 V;
  • una memoria DDR3 a 800 MHz ha una frequenza di clock di 100 MHz, una frequenza del bus di I/O di 400 MHz, una velocità di trasferimento di 800 MT/s, una banda passante di 6,4 GB/s per canale, da cui il termine PC3-6400, e una tensione di 1,5 V;
  • una memoria DDR4 a 1.600 MHz ha una frequenza di clock di 200 MHz, una frequenza del bus di I/O di 800 MHz, una velocità di trasferimento di 1.600 MT/s, una banda passante di 12,8 GB/s per canale, da cui il termine PC4-12800, e una tensione di 1,2 V.

Nel momento della scelta di un nuovo banco di ram il primo fattore da tenere in considerazione infatti, è proprio la tipologia. Questo valore viene dettato dalla compatibilità con la tua scheda madre. Tutti i nuovi PC in cui ti imbatterai avranno delle RAM DDR4, mentre i PC di qualche anno fa disponevano di ram DDR3, sotto questo valore è ormai raro vedere ancora PC in ambito consumer.

Tool per scoprire quale tipo e modello di ram devi acquistare per potenziare il tuo pc

Uno dei programmi gratuiti che ti consigliamo per verificare il tipo di RAM installata sul tuo computer Windows è CPU-Z che offre agli utenti informazioni su tutto l’hardware installato sul PC, incluso il processore, la RAM, scheda video scheda madre e altro. Di seguito potrai vedere la schermata dedicata proprio alla tipologia di memoria. Nel nostro caso abbiamo 16Gb DDR3 ad 800Mhz di frequenza.

DI QUANTA RAM HO BISOGNO? A QUALE FREQUENZA?

Queste sono probabilmente le domandi più frequente che ci vengono fatte dai nostri clienti. Di quanta ram hai realmente bisogno? Nell’informatica (purtroppo) non esiste una risposta univoca per tutto, e le ram non fanno certo eccezione. Se la risposta più ovvia sarebbe il più possibile, quella più corretta è come utilizzi il tuo PC? Se stiamo parlando di un computer destinato all’ufficio, quindi video scrittura, fogli di calcolo, mail e navigazione allora 8Gb di ram sono un’ottima soluzione per gestire la poca mole di lavoro. Se utilizziamo il PC in modo un po’ più intenso per esempio nel fotoritocco, o se ancora meglio utilizziamo vari programmi contemporaneamente e molte task contemporaneamente nel nostro browser, 16Gb saranno più adeguati per il nostro scopo. Se infine necessitiamo di una macchina per lavoro intensivo, come virtualizzazione, operazioni complesse su grandi database o video editing in 4K allora optiamo per il massimo quantitativo di Ram installabile, o almeno a 32Gb.

La quantità di ram però non è tutto, infatti per avere un Pc più performante non dobbiamo tralasciare la frequenza di funzionamento di queste memorie. Essendo il “serbatoio” nel quale vengono immagazzinate le informazioni che dovrà elaborare la CPU è fondamentale che sia capiente, ma è altresì importante la velocità con la quale ram e CPU comunicano questi dati, per creare più equilibrio possibile fra le componenti e garantirci le migliori prestazioni possibili, ed è proprio per questo che più la frequenza delle ram più è alta e più veloce sarà lo scambio di dati.

Vuoi acquistare questo prodotto?

Condividi questo articolo
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Condividi questo articolo
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
1

VUOI ESSERE IL PRIMO A RICEVERE LE NOSTRE OFFERTE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Prodotti in evidenza nell'articolo

Articoli in primo piano