Roblox. In cosa consiste questo gioco? Che tipo di PC gaming serve?

 

Non un semplice videogioco, ma una suite completa che ha riscosso un successo mondiale, tutto questo e molto di più è Roblox.

Videogioco di genere MMO (Massively Multiplayer Online) è stato pubblicato in prima edizione nel 2006 ad opera dell’omonima Roblox Corporation.

Roblox è una perla rara nel mondo dei videogiochi, essendo sconosciuto a molti ma allo stesso uno dei più diffusi e giocati al mondo. L’utente medio di Roblox è infatti l’adolescente o il bambino, il quale si muove in un mondo che può creare a sua fantasia. A contribuire al successo del gioco sono anche i requisiti hardware necessari, alla portata di qualsiasi device, che rendono il gioco praticabile da chiunque.

 

Cos’è Roblox?

Roblox è una piattaforma di creazione di giochi che permette ai giocatori di provare creazioni di altri player o creare direttamente il proprio gioco. Dietro all’aspetto ludico del gioco c’è infatti Roblox Studio, motore proprietario attraverso cui passa tutto il processo di creazione degli oggetti e delle modalità di gioco.

Tutto il sistema di creazione di questo gioco si basa infatti sul linguaggio di programmazione Lua, soluzione che consente ai creatori di manipolare fin dalle basi il sistema e l’interfaccia grafica di gioco. Questo modello di creazione anticipa un trend che sta diventando virale grazie agli NFT e permette ai creatori di guadagnare grazie alla loro esperienza, creatività e produttività.

Roblox non è quindi un normale gioco, ma bensì un Game Maker, ossia un gioco che permette di creare altri giochi.

Il giocatore di questo titolo può quindi decidere se comportarsi da classico giocatore, da creatore o assumere entrambi i ruoli.

 

Come funziona?

Roblox è un gioco gratuito disponibile per smartphone, computer e per la quasi totalità della consolle di gioco. Dopo aver scaricato ed avviato il gioco, la prima operazione richiesta dallo stesso è la creazione di un account. Creato ed attivato l’account, la prima cosa che Roblox ci chiederà di fare è quella di creare almeno un avatar. Scopriremo quindi che Roblox sfrutta uno stile grafico squadrato che ricorda un pò quello di Minecraft.

Già nella prima operazione di creazione potremo sbizzarrirci con la personalizzazione. Troveremo da subito un’ampia scelta di skin ed accessori a cui avremo accesso gratuito o tramite acquisto con i Robux, moneta virtuale del gioco acquistabile con denaro reale.

Creato l’utente, ci si apriranno due mondi, interconnessi tra loro. Da una parte, quello del giocatore, che potrà assaggiare e provare centinaia di applicazioni e mini giochi creati da utenti simili a loro. Dall’altra quello del creatore, che accedendo a Roblox Studio (raggiungibile solo da PC e MAC) potrà sbizzarrirsi nella creazione di nuove skin, accessori e mini giochi.

 

I giochi

La scelta di giochi è veramente ampia e solitamente suddivisa in due categorie precise.

Da una parte troviamo infatti gli action game in terza persona, dall’altra simulazioni di vario tipo, che trasportano il giocatore in mestieri, attività e mondi diversi, reali o immaginari. Troviamo poi una sezione di giochi ispirati a i grandi successi del mondo gaming, con programmatori che partendo da videogiochi reali si sono fatti ispirare per crearne una versione “Roblox”.

La vasta scelta di giochi non deve spaventare, perché gli stessi sono ben classificati tramite categorie ed organizzabili anche per “più giocati” o “più nuovi”.

A questo si unisce la possibilità di cercare e collegarsi con altri utenti, facendosi quindi guidare dagli amici nella scoperta dei giochi.

Partendo dalla base di Roblox possiamo quindi passare da un gioco di simulazione aziendale ad una libera interpretazione di Minecraft; dalla simulazione dei Pokemon a Platform che per certi versi ricordano Super Mario e simili. Una grande scelta, per una varietà di giochi che rende l’esperienza in Roblox sempre varia.

La logica di Roblox porta poi ovviamente alla creazione di cloni o quasi cloni che differiscono l’uno dall’altro per piccoli dettagli, nel tentativo, da parte dei programmatori di seguire un “filone” che sta riscuotendo successo.

 

Creazione dei giochi

Non solo gaming, ma anche creazione dei giochi quindi, con migliaia di programmatori “in erba” che ogni giorno si dedicano alla creazione di nuovi giochi, accessori e skin. Gli sviluppatori guadagnano infatti Robux per ogni prodotto o accessorio venduto, una valuta virtuale che può essere poi spesa nuovamente, scambiata o convertita in “denaro reale” tramite il sistema conosciuto con il nome di “Developer Exchange (DevEx). É su queste transazioni che Roblox va a guadagnare, grazie ad una percentuale predeterminata di ogni acquisto che finisce nelle casse della piattaforma.

 

Ragione del successo di Roblox

Le teorie sul successo di Roblox sono molteplici, per una piattaforma che, pur non essendo reclamizzata raccoglie milioni di giocatori e costruttori ogni mese. La formula vincente sembra appunto derivare dal fatto che Roblox non è solo un gioco. Roblox è anche un linguaggio di programmazione, un social network, una piattaforma per guadagnare e molto altro.

Tutto il successo di questa piattaforma deriva infatti dal passaparola, che ha portato intere generazioni di giovanissimi a scegliere questo gioco rispetto ad altri più elaborati e reclamizzati.

Anche la critica (e di conseguenza i genitori) tendono a promuovere Roblox, in quanto lo stesso non è considerato solo un gioco, ma piuttosto una piattaforma che permette di dare spazio alla propria fantasia e creatività.

 

Critiche a Roblox

Tanto successo non poteva non portare a critiche e dubbi. In particolare, i “riflettori” sono puntati sullo scarso controllo che Roblox riesce ad apportare su ciò che accade nel gioco stesso. La presenza di giovanissimi impone infatti un controllo su ciò che viene detto nella chat di Roblox e nei giochi stessi, per una mole di dati e di informazioni difficilmente controllabili almeno in tempi rapidi.

Altre critiche sono emerse sul fatto che Roblox non richiede i dati dei giocatori. Inoltre, non ha un vero sistema di controllo sulle transazioni, due fattori che impongono il controllo sull’attività di gioco da parte dei più piccoli.

 

Giocare a Roblox

Come già indicato, l’installazione ed esecuzione di Roblox non richiede grandissime risorse. Questo gioco è infatti installabile su tutte le versioni più recenti di Windows e Macintosh, ma non è al momento supportato su Linux.

Per quanto riguarda la dotazione hardware, anche in questo caso la dotazione richiesta rientra nello standard. Il gioco richiede un computer non troppo datato (consigliato non più di 5 anni per un pc e 3 anni per un notebook). Fortemente consigliato che il computer sia dotato di scheda video dedicata. Anche la quantità di memoria richiesta è minima. Solo 1 GB di memoria RAM e 20 Mb di spazio fisico sul disco rigido, per un gioco adatto a qualsiasi macchina.

Esempi pc Gaming economici  per giocare a Roblox

Configurazione 1

Configurazione 2

 

 

Vuoi acquistare questo prodotto?

Condividi questo articolo
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Perché Sceglierci
Clienti Soddisfatti