Articolo stampanti laser

Stampante laser: come funziona, caratteristiche, funzionalità e modelli

Sono state per anni l’oggetto del desiderio di molte persone che le avrebbero volute anche a casa; le stampanti laser sono finalmente diventare “per tutti”, grazie alla riduzione delle dimensioni e soprattutto dei costi. Se fino a qualche anno fa per l’utente privato o il piccolo ufficio non c’era alternativa alla stampante ink-jet, nell’ultimo periodo, le possibilità si sono allargate in maniera notevole, rendendo la stampante laser colori o in bianco e nero non più un lusso, ma una valida alternativa alle stampanti a getto d’inchiostro.

La stampante laser colori o in bianco e nero è diventata ormai una necessità e non più un lusso, parte fondamentale di un home office o piccola azienda e non più un optional.

 

Come funziona la stampante laser?

Dispositivo veloce, di ottima qualità per quanto riguarda la stampa in bianco e nero ma perfetta anche quando è parte di una stampante multifunzione, la stampa laser si basa su una tecnologia affascinante, consistente in tre parti, che nel tempo sono state potenziate, arricchite di funzioni e capacità aggiuntive ed alleggerite in termini di prezzo e dimensioni delle stesse.

La stampante laser non è una novità sul mercato, visto che le prime stampanti laser non industriali nascono nei laboratori Xerox nel 1971. Ci vogliono però alcuni anni perché le stampanti laser escano dalla fase di prototipazione ed inizino ad essere presentate sul mercato. I primi modelli compaiono infatti negli uffici nei primi anni 80, per un processo evolutivo che ha portato a grandissimi avanzamenti tecnologici ma che sembra ancora molto lontano da essere terminato.

Evoluzione che coinvolge tutte le parti di un sistema consolidato, facilmente spiegabile in pochi, semplici passaggi.

 

Origine del termine.

Quando indichiamo stampa laser, stiamo ad enunciare un importante acronimo che spiega da solo il processo che avviene ogni volta che effettuiamo una stampa. Laser significa infatti Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation (letteralmente: Amplificazione di luce mediante emissione stimolata di radiazione). Il laser è la parte tecnologica di un complesso processo di stampa che si può andare ad identificare in 6 diverse fasi sequenziali.

La fase preliminare è quella avviata dall’utente nel momento in cui decide di mandare un file in stampa o in caso di stampante Multifunzione colori o in bianco e nero, fare una fotocopia. Nel momento in cui si preme il tasto invio, infatti, la nostra immagine viene processata in base ai settaggi di stampa (dimensionali e di gestione colore) e poi, eventualmente suddivisa in quattro diverse “immagini”, una per ognuno dei colori depositabili dalla stampante (parliamo solitamente di CMYK, ossia Ciano, Magenta, Giallo e Nero).

Nel momento in cui la nostra immagine, o “porzione” di immagine è pronta, questo è ciò che succede, in pochi attimi, all’interno della nostra stampante laser:

tamburo
(Tamburo di una stampante laser)

 

Caricamento del tamburo.

laser
(Gruppo laser di una stampante)

Il primo processo che avviene è quello del caricamento del tamburo. Possiamo considerare il tamburo come una lavagna, che lavora in maniera rovesciata. Nella fase di caricamento il rullo preposto (PCR Primary Change Roller) va a preparare il tamburo per la ricezione dell’immagine. Se torniamo all’esempio della lavagna, possiamo considerare l’operazione del caricamento, come l’atto di cancellare perfettamente la lavagna per renderla pronta per una nuova scrittura.

Esposizione.

La nostra lavagna è pronta per accettare la nostra nuova immagine. Il raggio laser, paragonabile al gesso su una lavagna o una biro su un foglio, va ad incidere l’immagine, togliendo la carica negativa alle zone del tamburo in cui il toner non deve attaccarsi. L’obiettivo è quello di creare un immagine (o negativo) provvisorio di quello che si vuole andare a stampare.

Sviluppo.

La meccanica della stampante andrà a portare il gruppo contenente il toner (o toner più developer) molto vicino al tamburo. Durante la rotazione sincronizzata di tamburo e gruppo toner, quest’ultimo si trasferirà per attrazione magnetica sul tamburo di stampa. Durante il processo, una lama micrometrica andrà a verificare e se necessario ridurre lo spessore del toner depositato. La funzione della lama è fondamentale per garantire uniformità di stampa e correggere inevitabili differenze di attrazione magnetica.

trasferimento
(Gruppo di trasferimento di una stampante laser)

Passaggio su carta o su cinghia

L’immagine completa viene trasferita tramite una combinazione di pressione e carica magnetica su un supporto. Il “ricevitore” può essere il foglio di carta finale o una cinghia o tamburo che “si accolla” il compito di ricevere le quattro diverse applicazioni (CMYK) per combinarle in un’unica immagine. In questo secondo caso, ci sarà poi un ulteriore passaggio dell’immagine ormai composta dalla cinghia alla carta.

Cottura o fusione

L’immagine depositata sulla carta è ancora fissata temporaneamente. In questa fase infatti è molto semplice rovinare il disegno o la scritta, in quanto la stessa è solo “appoggiata” sul supporto. Per un fissaggio definitivo dobbiamo attendere che il foglio decorato passi attraverso una stazione di fissaggio(fusore), composta normalmente da due rulli ad alta temperatura. Il compito di questi rulli è quello di sciogliere le cere presenti dentro al toner e fissare il tutto alla carta.

Terminata questa fase, il foglio esce dalla stampante ed è pronto per essere immediatamente preso ed utilizzato.

fusore
(Gruppo fusore di una stampante laser)

Ripristino e pulizia.

Al termine di ogni fase di stampa, la macchina in autonomia procede alla pulizia e ripristino delle varie zone interessate, al fine di resettare il sistema e prepararlo per la stampa successiva.

 

Modelli di stampante laser

Un processo apparentemente complicato, ma reso semplice ed economico in quasi quarant’anni di miglioramento tecnologico, per una soluzione declinata in diverse tipologie di macchine:

Stampante laser in Bianco e Nero. La scelta per eccellenza di chi punta alla produttività ed all’archiviazione documentale. Soluzione ad alti volumi, perfetta in ogni ambito, dal professionista che vuole stampare ed archiviare i suoi documenti alla grande azienda dotata di uno o più centri di stampa.

Stampante laser a colori. Pur non avendo ancora raggiunto la qualità delle stampanti ink-jet fotografiche, con la giusta combinazione di carta e settaggi, anche con la stampa laser si possono ottenere ottimi risultati. Dalla stampante di casa per uso hobbistico, stampa foto e documenti, a quella installata nella grande azienda, dove viene utilizzata per la stampa di report, presentazioni, offerte, dépliant e per le piccole tirature di cataloghi.

Stampante multifunzione. Una macchina, molti usi. Non solo stampa ma un insieme di funzioni, come quella della fotocopia. Travalicando le funzionalità del laser, le moderne multifunzione permettono anche di inviare e ricevere fax ed effettuare scansioni che possono essere condivise su cartelle di rete dedicate o tramite posta elettronica.

Stampante laser a colori

 

Confronto tra stampante laser e getto d’inchiostro

A differenza degli anni 80 e 90, l’evoluzione tecnologica e l’abbattimento dei costi hanno portato ad una significativa riduzione delle differenze tra la stampante laser e la getto d’inchiostro.

In particolare da quando la stampante laser ha guadagnato le seguenti funzionalità:

 

  • Stampa a colori di alta qualità.

  • Alte prestazioni in termini di riproduzione, velocità ed affidabilità

  • Riduzione del costo di acquisto e d’uso.

  • Riduzione delle dimensioni della stampante.

 

 

Alla luce di tutti questi avanzamenti, le stampanti laser hanno allargato progressivamente il proprio mercato, arrivando ad essere presenti, ed in diretta concorrenza con le stampanti a getto d’inchiostro, in praticamente ogni nicchia applicativa.

I vantaggi di una stampante laser rispetto ad una ink-jet sono svariati, ed in particolare:

 

 

  • la stampante laser è molto veloce sia come tempo di prima stampa, sia come numero di fogli stampati al minuto.

  • la stampa laser ha una durata (a parità di condizioni di conservazione) molto più alta rispetto ad un equivalente stampa ink-jet

  • il costo copia di stampa è più basso. Sia comparando le macchine in configurazione ricambi e consumabili originali, sia in configurazione “compatibile”

  • maggior durata della stampante e miglior mantenimento del prezzo nel passare del tempo. In questo ambito la stampa laser surclassa in maniera notevole quella inkjet.

  • a parità di caratteristiche, miglior connettività di rete rispetto ad un inkjet.

 

 

Le stampanti laser non hanno ovviamente solo vantaggi. In alcuni ambiti la stampa ink-jet supera ancora la laser, in particolare:

 

 

  • il prezzo di acquisto di una laser è ancora superiore rispetto ad una stampante ink-jet

  • nel campo della stampa fotografica, a parità di caratteristiche, la stampa ink-jet dà risultati migliori rispetto alla stampa laser

 

 

Come scegliere una stampante laser, caratteristiche da verificare

Le ricerche su Internet e le nostre parole ti hanno convinto a valutare l’acquisto di una stampante laser? Ottimo, allora ecco le caratteristiche e variabili che devi considerare per trovare il modello perfetto per le tue esigenze.

Stampa in bianco e nero o a colori?

Valuta bene le tue necessità e disponibilità finanziarie, sia in fase di acquisto, sia per quanto riguarda i consumabili prima di fare questa scelta. Se prevedi di stampare poche o nessuna immagine a colori, il nostro consiglio è quello di andare su una stampante in bianco e nero. Stessa cosa se pensi di stampare una foto a colori ogni tanto; ti conviene andare su una affidabile stampante laser e stampare in negozio le poche foto di cui hai bisogno. Se invece la tua necessità è quella di stampare presentazioni, cataloghi o altro, via libera per la stampante laser a colori.

stampante bianco nero

Solo stampa o più servizi?

Le stampanti laser possono “solo stampare” o essere Multifunzione colori o in bianco e nero. Nel secondo caso ci troveremo di fronte ad una macchina completa, capace di aiutarci in molti compiti. Ovviamente l’aggiunta di queste funzioni andrà ad accrescere il costo della macchina e le dimensioni della stessa.

Multifunzione laser A3
(Multifunzione laser A3)

Laser tradizionale o LED?

La seconda tecnologia è un evoluzione del laser tradizionale. In questa struttura costruttiva, la generazione dell’immagine avviene tramite emettitori led, che vanno a sostituire alcune delle parti più delicate di una stampante laser “tradizionale”. Il vantaggio maggiore è che tutto il processo viene “miniaturizzato” permettendo la realizzazione di stampanti con minori ingombri e pesi. Ulteriore punto a favore di questa evoluzione è l’ulteriore velocizzazione della stampa, grazie alla riduzione delle parti in movimento da sincronizzare. Lo svantaggio è ovviamente economico, con le “versioni LED” che costano di più a causa della minor diffusione e della novità.

Peso e dimensioni

Il primo spesso non è un fattore così fondamentale, visto che la stampante dopo che è stata montata solitamente non viene spostata in continuazione. Il secondo fattore potrebbe essere invece più importante, soprattutto in caso di installazioni casalinghe o in piccoli uffici.

Formati carta

Non solo dimensioni, ma anche pesantezza della carta. Prima di acquistare la tua nuova stampante laser, valuta attentamente per cosa prevedi di usarla. Prevedi di stampare solo “documenti classici” in formato A4? O preferisci avere la possibilità di stampare anche formati più grandi come l’A3 (il doppio dell’A4, 29,7x42cm).

Verifica anche che supporti vuoi stampare. Se sei interessato a stampare solo documenti, ogni stampante andrà bene, ma se vuoi poter stampare anche carte speciali, lucidi, cartoncini o altre carte “dedicate” dovrai fare attenzione alle specifiche della stampante che stai valutando.

Allo stesso modo, se prevedi di usare tanti formati frequentemente, meglio optare per una stampante con più cassetti dedicati alle varie carte, in caso contrario, una stampante singolo cassetto andrà più che bene.

Fronte retro

Poter stampare fronte/retro è utile in molto casi, ma tutto dipende dalla frequenza con cui utilizzerai questa opzione. Se prevedi di stampare spesso con questa modalità cerca una stampante con fronte/retro automatica. In caso contrario, una stampante tradizionale (fronte/retro manuale) andrà più che bene.

Porte

Come vuoi collegarti alla stampante? Cavo usb? O preferisci una stampante wifi? Vuoi una stampante con porte USB e/o slot per le memory card? Decidi prima dell’acquisto per comprare la stampante perfetta per le tue esigenze.

Altre “porte” utili possono essere il sistema Wi-Fi Direct (stampi direttamente dal device senza un router “nel mezzo”), la tecnologia NFC ed il supporto nativo alle piattaforme cloud come quelle di Google ed i servizi avanzati di Amazon, Dropbox ed equivalenti.

Compatibilità

Dopo aver verificato che ci siano le porte giuste, prenditi un attimo per verificare che la stampante sia compatibile con il sistema operativo dei tuoi device. Apple o Windows? Quale versione? Android? Sempre meglio verificare prima.

Display

Tutto gestito dal computer o vuoi una macchina indipendente? In questo secondo caso opta per una stampante dotata di display; potrai gestire molte opzioni di stampa ed è indispensabile se vuoi stampare direttamente dalla porta USB.

Display touch multifunzione
(Display touch di una multifunzione)

Costo toner

Se prevedi volumi di stampa medio/elevati, meglio dare un occhiata al possibile costo copia. Che tu decida di acquistare toner originali o compatibili, sempre meglio sapere prima quanto (più o meno) può costare la stampa di una pagina.

Consumi energetici

Le stampanti laser, soprattutto quelle di vecchia concezione possono essere parecchio energivore. Prima di acquistare la tua stampante dai un occhiata alla classe energetica. Il tuo portafoglio ti ringrazierà.

Velocità di stampa

Può essere un valore fondamentale o no per le tue esigenze, ma sempre meglio saperlo, soprattutto se prevedi un uso frequente.

Risoluzione di stampa

Indicata in DPI (Dot per Inch, ossia Punti per Pollice) rappresenta il numero di punti colore che la stampante può imprimere in un quadrativo di circa 2,54 cm per lato. Maggiore è la risoluzione di stampa migliore sarà la resa della stampa. Ovviamente questo valore vale solo se decidi di stampare fotografie; se prevedi di stampare documenti Word o Pdf questo valore non sarà così importante.

 

Stampante wifi? Stampante laser a colori? O forse meglio una multifunzione a colori?

Ormai sei esperto, a te la scelta!

Vuoi acquistare questo prodotto?

Condividi questo articolo
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp

Lascia un commento

Condividi questo articolo
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
1

VUOI ESSERE IL PRIMO A RICEVERE LE NOSTRE OFFERTE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Prodotti in evidenza nell'articolo

Articoli in primo piano