ransomware

Ransomware, uno dei tanti virus informatici, ma come ci si protegge?

Sono tanti e fanno paura. Parliamo di ransomware e di tutti gli altri virus informatici che attentano ogni giorno ai nostri device e dati. I virus informatici sono di vario tipo, ma come ci si protegge dagli stessi?

Per prima cosa è fondamentali conoscerli, se vogliamo prevenirli ed evitarli.

 

Cosa sono i virus informatici?Virus Informatici

Un virus informatico non è altro che un software. Esatto, un applicativo che svolge funzioni così come quelli che utilizziamo ogni giorno. La funzione tipica di un virus informatico è quella di “farsi installare” o “scaricare” in un dispositivo elettronico e poi in maniera autonoma e nascosta agire.

Il virus informatico infatti è spesso anticipato da un piccolo software che provvede poi a scaricare le varie parti del software completo. Il risultato è un applicativo che svolge funzioni all’insaputa dell’utente, cancellando files, bloccandoli, inviandoli a determinati destinatari e cercando di replicarsi su altri dispositivi.

Il virus informatico ricorda molto come funzionamento quello di cui condivide e da cui ha preso il nome, quello biologico.

Il nome tecnico della categoria dei virus informatici è Malware, parola composta unione di “malicious” e “software”.

 

Ransomware ed i suoi fratelli

Esistono diverse tipologie di virus informatici. Questi si differenziano per il tipo di problematica che vanno a scatenare e gli esiti della stessa.

Ecco le tipologie più comuni di virus informatici:

Ransomware

Si tratta di un malware che blocca e prende in ostaggio il dispositivo ed il suo contenuto. L’accesso allo stesso viene bloccato e viene richiesta una somma di denaro (solitamente in criptovaluta) per lo sblocco dello stesso. La parola Ransom significa infatti riscatto.

Trojan

Nome di evidente ispirazione Omerica, un Trojan è molto semplicemente un software che è camuffato dentro a qualcosa di non pericoloso o utile.

Scopo del Trojan è quello di “farsi lanciare” dall’utente, per poi avviare un malware che in maniera silente inizia a prendere il controllo del computer ed a diffondersi in rete.

Spyware

La funzione di questo malware è quella di raccogliere i dati dei malcapitati che utilizzano il pc infettato. Si tratta di un software che spia ogni digitazione ed applicazione con lo scopo di copiare informazioni, dati di accesso, password ed altre informazioni sensibili.

Vista la sua funzione, lo spyware è il malware più difficile da “scoprire” in quanto è creato per rimanere inosservato ma funzionante e pericoloso, per più tempo possibile.

Adware

Ad è l’acronimo di Advertising, ovvero pubblicità. Scopo di questo software è proprio quello, mostrare pubblicità non richieste  molto fastidiose. Pop-up, barre pubblicitarie, sostituzione dell’home-page e dei motori di ricerca. Le azioni degli Adware sono molte. Alcuni hanno anche funzionalità di spyware, con lo scopo di raccogliere e dati e mostrare pubblicità pertinenti.

Worm

Il verme “incuba” nel pc di origine per poi diffondersi a macchia d’olio e replicarsi su altri computer di una rete. Il worm rimane silente per un determinato tempo, al fine di “autoreplicarsi” in maniera diffusa per poi agire nel momento in cui è completamente radicato sulla rete.

 

Chi crea i virus informatici?Hacker

L’immaginario comune pensa che i virus informatici siano prodotti da coloro che producono anche gli antivirus. Molti pensano invece che a costruire i virus siano gli hacker. Quello che è vero è che a costruire i virus informatici sono programmatori, definiti come cyber criminali. Lo scopo, nella quasi totalità dei casi è fare soldi in maniera diretta (come per i ransomware) o indiretta (come per gli adware o gli spyware).

Solo in rari casi i creatori di virus sono società specializzate, le quali solitamente vanno a creare in maniera illegale questi software che vanno a copiare dati o a bloccare determinati applicativi.

 

Quali danni possono causare?

Trattandosi di software, i virus informatici vanno solitamente a danneggiare sistemi operativi, software e funzionalità degli stessi. In maniera marginale ed in modo indiretto i virus informatici possono danneggiare anche gli hardware, soprattutto agendo sui controlli dei sistemi di raffreddamento o sulla frequenza di aggiornamento della CPU.

A livello software i virus possono rallentare le funzionalità software. Possono bloccare la comunicazione, mostrare pubblicità invasive e nel caso dei ransomware persino bloccare la macchina o alcuni software. Le “vittime” sono solitamente gestionali o determinate cartelle che verranno liberate solo in cambio di un riscatto.

 

AntivirusCome ci si protegge dai virus informatici (ransomware ed altri)?

Esistono soluzioni software e hardware che possono aiutare a proteggersi dai malware.

Prima di soluzioni esterne però i primi fattori per proteggersi dai virus sono la competenza e la conoscenza informatica, almeno di base.

Saper come comportarsi quando si naviga in rete, quando si ricevono allegati ed e-mail strane è infatti fondamentale, una competenza minima ma che spesso è sufficiente per evitare molti problemi.

Soprattutto meglio non cliccare quando non si è sicuri della fonte dell’allegato, “evitando di accettare caramelle dagli sconosciuti”.

Al buon senso si aggiungono poi soluzioni software che possono aiutare a proteggersi dai virus informatici.

Esistono solitamente tre programmi o meglio, tre tipologie di applicativo, che agendo su diverse casistiche possono aiutarci nella lotta ai virus. Eccoli:

 

Antivirus

Si tratta di un software, il quale, agendo con diverse modalità mira ad individuare ed isolare i sospetti virus nel momento in cui cercando di introdursi nel sistema. Questi software individuano e bloccano o mettono in quarantena l’applicazione potenzialmente pericolosa. Non ne permettono poi l’esecuzione o consentendo la stessa solo in un ambiente limitato denominato “sandbox”.

L’antivirus si basa sulla “conoscenza diffusa”, ecco perché è quindi fondamentale aggiornare frequentemente l’antivirus stesso e le definizioni dei virus.

Anti malware

Sono tipologie di antivirus specifiche, la cui funzione principalmente è quella di proteggere da adware e spyware. I malware possono essere sempre in esecuzione o essere eseguiti in maniera specifica dall’utente.

In questo secondo caso sono conosciuti anche con il nome di Scanner e possono essere anche online.

FirewallFirewall

Come si evince dal nome (muro di fuoco), la funzione principale del firewall è quella di controllare tutto ciò che arriva in entrata o uscita. Il firewall può essere installato sul singolo pc o sul server di una rete per separare l’ambiente interno “sicuro” (la rete interna aziendale) dal web.

Il firewall è poi organizzabile anche tramite specifiche liste di siti web e parole sempre bloccate (blacklist) o sempre consentite (whitelist).

 

Questi tre software possono essere installati in maniera singola o attraverso insiemi di programmi. Questi insiemi sono conosciuti come “suite di protezione”. Insiemi che combinano questi tre applicativi in un unico strumento andando a proteggere l’utente da ransomware ed altre minacce.

Vuoi acquistare questo prodotto?

Condividi questo articolo
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Perché Sceglierci
Clienti Soddisfatti